Olanda….un’ esperienza da fare!

Il nostro viaggio in Olanda consiste per me in un periodo che esce dal normale trascorrere del tempo, rimane come una bolla a sé stante dal susseguirsi degli anni.

Andammo nel 2014 ed in realtà furono 2, i viaggi, da 15 giorni circa ciascuno.
Ora devo premettere che omettero’ molte circostanze ed episodi che pur ricordo chiaramente, soltanto cercherò di descrivere cosa ha significato per me stare là e quel che ho visto di caratteristico del territorio.
Noi andammo per completare una tesi di laurea, una tesi che trattava delle aziende agricole sociali, una realtà poco sviluppata in Italia ma che invece ha preso molto piede ed è ben consolidatata lassù. Questo nostro obiettivo ci portò a viaggiare attraverso tutto il territorio nazionale e visitammo praticamente tutte le ” regioni “, dalle città del Noord – Holland alle lunghe dighe e spiagge della Zeeland, fino alle zone boschive del nord est al confine con la Germania nel Noord – Brabant.
Abbiamo visitato Amsterdam, Alkmaar, Harleem, tutti nel Noord Holland, e una serie infinita di città ” minori” negli altri territori.
Ora, sono passati 3 anni da questi viaggi e molti particolari e nomi sono andati perduti…ma più o meno questo è quanto.
Le grandi città sono belle. Sono sicure, di giorno e di notte. Estremamente curate e non c’è sporcizia e la popolazione si comporta in maniera assolutamente civile. Ad Alkmaar siamo stati parecchi giorni e la città è famosa per i mercati e per i formaggi. Noi qui eravamo sempre a passeggio tra negozi e banchetti ed una volta addirittura ci siamo intrattenuti in giro fino alle due del mattino da soli, un ragazzo e una ragazza disarmati, non abbiamo dovuto aver paura di niente.
Passeggiando anche per Amsterdam non ci si deve guardare le spalle come spesso accade nelle grandi metropoli, ma ci si può aggregare all’ euforia che sembra pervadere le strade e vivere intensamente ogni momento e ogni possibilità offerta dalla città.  Sono realistiche le foto e i dipinti con bici appoggiate alle ringhiere dei canali al crepuscolo, esistono realmente tali circostanze.Eviterò di soffermarmi sui negozietti particolari che ci sono in Olanda, mi limiterò a dire che ci sono, e che ci si può entrare. Questo nelle grandi città del Noord – Holland, diversamente le cose vanno se ci si sposta verso sud.
Ma a parte i negozi è molto pubblicizzata anche la cultura in questo paese e ci sono molti musei, oltre agli edifici sacri d’ interesse storico. Noi ad Amsterdam abbiamo visitato il museo di Van Gogh ( ad Amsterdam c’è un intero quartiere dedicato ai musei, tra cui quello dei diamanti..ed è molto da ” vip” ), e a Den Bosch ( altra carinissima e caratteristica importante cittadina ) il museo dedicato a Hieronymus Bosch, e ne siamo rimasti stupefatti. Poi ad Harleem, città che viene attraversata da un fiume con deliziosi camminamenti pedonali ai lati, per intense passeggiate, abbiamo visitato chiese ed è molto carina e da vivere la cittadina di Capo Hoorn, troverete un gran vento ma molte cose da vedere.
I cittadini olandesi sono per lo più molto educati e ben curati. Noi ci siamo espressi in inglese quindi non è che abbiamo fatto grandi chiacchierate, se non quando facevamo interviste nelle aziende agricole per la tesi, ma, in qualsivoglia circostanza, non ci siamo mai trovati in difficoltà con nessuno.
Il paesaggio olandese è caratteristico e consiste in campi, sterminati campi coltivati ad ortaggi o molti con fiori, che dividono le città. Ci sono molti animali in questi campi, da mucche a pecore a cavalli e ci sono molti uccelli in Olanda, sembra siano tutte specie protette e il bird watching è molto diffuso.
Poi che dire dell’ Olanda, che mi possa essere rimasta impressa.
Passare in macchina attraverso Rotterdam di notte, è molto affascinante sei abbagliato dalle luci che sono ovunque e ti senti tanto piccolo.
Viaggiare in treno in Olanda è molto bello, perché rilassa il territorio che scorre tra campi canali e fattorie, e ti dà sicurezza.
Una fitta rete di canali, più canali che strade direi, o giù di lì. Immagino debbano servire a mantenere un precario equilibrio idrogeologico del territorio.
Le case, in Olanda. Sono particolari…non hanno il bidet! Ma a parte questo, hanno tutte grosse vetrate per sfruttare il calore del sole e volendo fermandosi davanti ad un’ abitazione si potrebbe vedere all’ interno la gente che vive, ma loro sembrano non preoccuparsene, differentemente che da noi evidentemente là la privacy non è un problema.
Le piste ciclabili! Ogni strada ha al fianco appunto una pista e volendo si potrebbe attraversare il paese in bici in tutta sicurezza.
Poi quel che c’è di sorprendente in Olanda è che non c’è un’ altura, non una collina, figuriamoci una montagna.
Abbiamo percorso in auto infinite dighe nello Zeeland e da passeggero era estremamente emozionante.
Alkmaar dista solo una mezz’ora dal mare siamo andati una sera a mangiare due panini ( che lì sono classici, con salsiccia e crauti nel mezzo ) e bere due birre sull’ oceano, in un paesino di cui ora non ricordo il nome, ed è stata un’ esperienza memorabile, io non avevo mai visto l’ oceano e aveva un odore caratteristico che neanche adesso potrei identificare.
In giardino gli olandesi hanno strani animali…tra cui gli Alpaca, i daini, gli asini.
E poi tanta gentilezza, che abbiamo riscontrato un po’ ovunque.
Del resto noi siamo andati là a fare interviste, ovunque siamo arrivati portando solo domande, abbiamo avuto le risposte oltre a qualche caffè e dolcetto caratteristico. Si dice a volte la gente del nord sia diffidente, noi abbiamo vissuto il contrario. E siamo venuti a conoscenza di verità commoventi.
Brevemente le aziende agricole sociali che abbiamo visitato, trattano persone con problematiche e di età differenti, ma il lavoro viene svolto avendo come fine il benessere completo del paziente, ed abbiamo visto tante verità impensabili qui in Italia, dove senza mezzi termini regnava il bene.
Si dice che in Olanda ci siano tantissimi fiori ( tulipani ) ma noi a parte qualche distesa non abbiamo avuto il piacere di poter confermare questo detto. C’ erano immensi magazzini quello sì dove si vendevano dai bulbi alle piantine fatte, ma di quei interminabili filari di fiori noi non abbiamo avuto prova.
Pensavo sarebbe stato più facile descrivere quel che mi ricordavo di questo paese, invece è difficile cercare in poche parole d’ illustrare una nazione, oltretutto che si conosce pochissimo.
Quel che mi sento di dirvi è, se avete in mente di recarvi in Olanda, non abbiate timori. Tutto è talmente organizzato lassù che ogni vostra necessità verrà soddisfatta…e poi è bello. Per noi che si va dall’ italia rilassante perché la società è molto meno caotica e tutto è più curato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...