La pineta di Viareggio e i funghi!

P_20161231_150838_HDR.jpg

Quando inizia la stagione dei funghi la pineta di levante di Viareggio si affolla di persone. E’ come una tradizione che per noi viareggini si tramanda da padre in figlio.

Già da quando ero bambino i miei genitori da settembre a novembre inoltrato, sopratutto nei fine settimana, mi portavano a cercare funghi. Vi assicuro che è un sano divertimento di cui si può godere da soli o con amici.

Si lascia la bici o l’auto lungo il viale dei Tigli o alla fine  del viale Europa e ci si addentra nella pineta armati di bastone e canestro.

Non si è mai soli in definitiva si sentono voci di bambini e abbaiare di cani. Siamo però lontani dal frastuono della città siamo circondati dalla natura dai pini dai lecci e dal cinguettio degli uccelli, dei picchi. Il sottobosco e smosso dalla presenza numerosa dei cinghiali qua e la si trovano funghi buoni e vi assicuro che e un emozione vedere fra la boraccina spuntare la testa dei pinaroli o delle rosselle.

Il paniere comincia a riempirsi ogni tanto fra i pinugliori ci sono macchie arancioni, sono famiglie di vincerli o galletti.

Naturalmente bisogna conoscere bene i funghi  che si raccolgono perche posso essere dannosi per la salute. Chi è più bravo e fortunato può trovare anche porcini

Dopo ore di ricerca si torna a casa contenti della raccolta ci aspetta la pulizia dei funghi che vi assicuro sarà ricompensata dalla loro bontà.

Questa storia non l’ho scritta io la riporto per un’ altra persona che teneva venisse pubblicizzata questa tradizione.

Quello che io vorrei aggiungere è che la maggior parte dei fungaioli se ne strafrega delle leggi in vigore e delle normative in riguardo. Si avventurano spesso in gruppi, anche famigliari, armati solo appunto di bastone e cestino ( o peggio sacchetto di plastica) e quasi nessuno ha con sé il dovuto tesserino.

C’è da dire che questa attività, svolta per lo più da onesti cittadini, contribuisce a mantenere la pineta, soprattutto quella di levante, un luogo relativamente sicuro in cui i bambini si possano divertire e gli adulti spassarsela, tra funghi e cani al guinzaglio.

Quest’ aspetto non è da sottovalutare ed è importante che le attività dei cittadini continuino a rendere il territorio sicuro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...