La Necropoli di Populonia!

Un’ esperienza affascinante che se potete non dovreste farvi mancare, è visitare la Necropoli Etrusca di Populonia.

L’ Acropoli attualmente è chiusa per restauro, ma la sola possibilità di vedere la Necropoli vale bene un viaggio.

Nonostante i prezzi per la visita non siano proprio contenuti, rimarrà un’ avventura che porterete con voi perché vi proiettera’ in un mondo antico di cui  rimangono poche tracce.

Una volta fatto il biglietto ci sono essenzialmente tre percorsi tra cui scegliere, la via della cava, la strada del ferro, la Necropoli dei tumuli. Noi la strada del ferro l’ abbiamo evitata per esigenze temporali, ma abbiamo iniziato con la via della cava.

Questo percorso dura circa due ore e si snoda attraverso una fitta vegetazione tra cui troverete anche piante rare come alberi di sughero.

Sinceramente, almeno inizialmente, la mia attenzione non era dedita tanto agli alberi quanto più alla smaniosa ricerca di esemplari di cinghiali, che popolano questa zona e che in me incutono un certo timore. Fortunatamente non ne abbiamo incontrati e dopo un po’ di, devo ammetterlo, faticoso, cammino, abbiamo potuto iniziare ad ammirare i primi resti.

Troverete una grande parete rocciosa con scavate nella roccia spazi funebri rettangolari che si chiamano tombe a camere ipogee.

Di fronte a questa parete gli Etruschi estraevano le pietre che commerciavano e con cui costruivano invece le tombe a cumulo.

La struttura è imponente e vi sentirete piccoli di fronte, immersi in una vegetazione incontaminata, quasi in un tempo che non sembra essere più il vostro. Proseguendo sulla via della cava, sempre stando attenti ai cinghiali, troverete la Necropoli delle Grotte, camere ipogee scavate in basso nel terreno e nella roccia.

Dalle dimensioni di queste “tombe” si può anche capire di quanto evidentemente il popolo etrusco fosse di costituzione molto più minuto di noi.

Ogni tanto attraverso i sugheri e i lecci potrete godervi qualche scorcio del Golfo di Baratti, che fa come da cornice a questa grande Necropoli.

Poi è un percorso ad anello, la via della cava si esaurisce e vi troverete di nuovo all’ entrata,  quando, questa volta assistiti da una guida potrete visitare la Necropoli dei tumuli.

La guida vi spiegherà anche come nel IV sec a.c. tendenzialmente tutte le comunità etrusche fossero in decadenza se non già cadute, come Populonia invece vivesse il suo massimo splendore grazie al commercio dei minerali, che interessava i romani, del ferro in particolare, che veniva procurato dalla vicina Isola d’Elba.

Per quanto riguarda le tombe a tumulo, appartenevano alle famiglie aristocratiche ed erano quindi monumentali. Coperte, al loro interno venivano messi oggetti cari ai defunti, che si credeva sarebbero serviti ai morti nella vita successiva a cui gli Etruschi credevano si accedesse.

In verità ad oggi le tombe sono piuttosto spoglie a causa dei saccheggiamenti occorsi nei secoli, molti soffitti sono crollati, ma ancora si può intuire la maestosità che dovevano esprimere.

Siamo venuti a sapere anche che all’ epoca dei tumuli nella zona di Populonia c’ era un denso inquinamento e non si trovavano più alberi che servivano a far lavorare le industrie metallurgiche.

Poi una parte della Necropoli abbiamo scoperto essere sommersa, per l’ innalzamento progressivo del livello del mare, e da questo sito sono stati estratti molti oggetti di valore che ora sono conservati al museo di Piombino. Che rimanga tra noi, la Necropoli sommersa è ancora in gran parte da essere scoperta, se conoscete esperti sub o lo siete voi stessi questa è un’ allettante sfida.

Per farla breve, la Necropoli di Populonia è fortemente consigliata perché è un posto che dona pace, dove domina il rispetto per l’ ambiente, dove si può mettere in discussione la nostra finitudine terrena con l’ eternità di questi resti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...