Maremma da scoprire – Marina di Alberese!

I segreti della Maremma.
Una relativamente piccola frazione di Grosseto, Alberese. Nasconde una cala, una spiaggia meravigliosa, che non potrete dimenticare.
Tra pinete vive di cinghiali, la nostra avventura su questa costa iniziò così.
Allora dalla strada di campagna, la principale, che costeggia parallela il mare, un paio di km nell’ interno, un cartello indica verso ovest, località turistica, Marina di Alberese.

Percorribile anche in bici nelle piste ciclabili ai lati, noi ci avviamo in macchina, ma bastarono pochi mt per capire che non eravamo in un posto qualsiasi. Era una strada tanto curata da sembrare privata. Si alternavano misteriose pinetine ad ampi spazi lasciati agli animali.

Stavamo ammirando i cavalli e i buoi che pascolavano intorno quando, incredibilmente, una volpe, già, una piccola volpe, ci fermò, letteralmente. Ovviamente scendemmo, increduli. Si faceva avvicinare, ma non l’ accarezzammo, le facemmo solo qualche foto, e lei voleva entrare in macchina, io avevo paura mi mordesse, hai visto mai…fatto sta che dopo una decina di minuti che giocavamo, la scacciammo, un po’ sconvolti.
Ma lì era tutto bellissimo. C ‘era molta gente e dopo un po’ un gruppo di persone che giocava con un’ altra volpe. Decidemmo allora di parcheggiare è scendere. Fummo avvolti dalla bellezza.

Una spiaggia lasciata selvaggia, senza costruzioni tipo bar nei dintorni, sentieri ovunque verso l’ interno delle pinete circostanti, a poche decine di mt dal mare, che appariva pulitissimo.

E, mentre sulla sabbia c’ erano centinaia di costruzioni tipo capanne fatte con le legna lasciate dal mare, guardando al largo si distinguevano nitide piccole e medie isole, che io credo dovessero essere tipo piccoli paradisi, che sapemmo in periodo estivo essere raggiungibili con barche che vengono affittate  o che vi possono portare con qualcuno alla guida.

Ti trovavi stupito nel sentirti fanciullo a godere delle piccole conchiglie sulla battigia di piccole cose tipo un grosso tronco che si trasformava in gradita panchina, cercavi tutto intorno con gli occhi più dettagli possibili da ricordare..il sole stava calando..
Ma era una sensazione eccezionale perché sentivi di fare parte di qualcosa di meraviglioso.
Non c’era confusione, i tanti visitatori assieme a noi mantenevano un comportamento rispettoso al luogo stesso.

C’ erano molti divieti, quello sì. Oltre a quelli di normale decoro, non si potevano portare cani neppure al guinzaglio, né raccogliere conchiglie, né spostare gli oggetti naturali dalle posizioni in cui già erano..:)
Ma divieti a parte, ci si sentiva liberi. E vivi.

Vi prego prendete un minuto e visionate le foto che allego.

Io sono un uomo di mare, nel senso che da sempre vivo sulla costa, ma ci sono spiagge e spiagge, quella di Marina di Alberese merita di essere vista e vissuta. Se ne avrete possibilità…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...