Fanes-Sennes- Lago di Braies!

Siamo stati più volte a San Vigilio di Marebbe.

La prima volta che andammo gli ultimi km prima di arrivare eravamo i certo un po’ presi dallo sconforto. Certo, il territorio intorno era bellissimo, ma non quella magnificenza che ci aspettavamo, diretti al parco naturale Fanes-Senes-Braies. Invece, poi, iniziò una salita, ripida. Nel giro di pochi minuti ci trovammo in una splendida cittadina tipica trentina, circondata dalle maestose montagne cui si pensa con la mente rivolta alle Dolomiti, patrimonio mondiale dell’ Unesco, per la loro bellezza. Ed in particolare questa zona, che confina con la Val Pusteria, la Val Badia e la Val di Landro…in poche parole, è semplicemente meravigliosa.
Brevemente..
San Vigilio di Marebbe è uno splendido paesino che dedica molta attenzione al turismo sia estivo che invernale. Ci sono ovunque lussuosi hotel e residence. Tutto è ben curato e per chi è abituato al caos delle grandi medie città sarà come trovarsi in una sorta d’ oasi, quasi anacronistica.
Ma San Vigilio è solo il punto di partenza, verso la bellezza.
Infatti, percorribile con la propria auto, c’è una strada che per una decina di km si snoda tra secolari boschi, contornate, anche a seconda della stagione, da numerosi capi di bestiame lasciati in libertà a brulicare, con i quali si può, con un po’ di prudenza, incredibilmente interagire, quasi fossero addomesticati. Alla fine di questa ‘lunga’ via, che è già di per sé un’ esperienza, ci si trova in un ampio piazzale, dove c’è parcheggio ed anche un ultimo albergo, è tutt’altro intorno l’ incredibile, bellissime vette che si ergono di fronte ai vostri piedi.
Qui avete più possibilità, premesso che la vostra intenzione sia intraprendere un’ escursione.
Potrete dirigervi a Fanes, fino al rifugio, su un sentiero che richiede due tre ore di sostenuto cammino. Lungo la strada potrete ammirare vette che si succedono man mano che andate avanti, piccoli laghi, torrenti. Poi, una volta al rifugio, vivrete una sorta di estasi in un ampio spazio pianeggiante e verde, d’ estate, dove scorrono ruscelli, ci sono vecchie case una chiesina, e, ovviamente, il rifugio, che offre vitto e alloggio. Se troverete ancora forza e coraggio, ne bastano poco, continuerete a salire per un’altra mezz’ora e avrete la fortuna di potervi sdraiare e riposare in riva ad uno dei due o tre laghi, ora non ricordo bene, che sono, come dire, veramente emozionanti.
Questa è una cosa mia…pensai una volta lì ce quando sarà, quando saprò di dover morire, voglio essere accompagnato lì è lasciato in pace per un periodo, a vivere la pace che il luogo offre, visto che ci sono alloggi praticabili e la località si può raggiungere anche in auto, se si hanno speciali permessi.
Fatta questa breve parentesi, dopo i laghi il sentiero continua, ma io mi fermai e sinceramente non saprei dirvi verso quale altra meraviglia possa portare.
Opzione 2, dal piazzale sopra citato incamminarsi verso Sennes.

Qui il percorso è più breve, almeno fino al primo rifugio, e più dolce, sia per quanto riguarda la fatica necessaria sia per i paesaggi che s’ incontrano. Qui si passeggera’ attraverso boschi, fino ad arrivare, alla fine della salita, ad un ampio spazio verdeggiante che domina le vette circostanti. Anche qui c’è un rifugio dove poter riprendere le forze e un’ ampia aria dove si può fare ciò che si vuole, che di solito consiste nello sdraiarsi con la benvoluta compagnia e godersi ammirando ciò che ti circonda. Interessante è sapere che neanche a questo rifugio il sentiero finisce, e da Sennes si può arrivare passeggiando ad alta quota verso altre cime e località, tra cui io voglio ricordare e provare a descrivere il lago di Braies.

Il lago di Braies, raggiungibile anche in macchina volendo, è l’ altra delle tre bellezze che denominano la zona e..è difficile da descrivere.
Lago alpino a 1.496 mt di altezza distante circa 100 km da Bolzano. Ha un’ estensione di circa 31 ettari ed uno dei più profondi della provincia di Bolzano.
Al di là delle notizie certe riguardanti il lago, che potrete trovare altrove, io vorrei provare a descrivervi quel che si prova di fronte a tanta bellezza.
Premesso che è circondato da un camminamento che permette di osservarlo in tutti i suoi angoli, e che certi spot, anche attrezzati di panchine e necessario per pic Inc, sono talmente belli da lasciare letteralmente immobili senza fiato….
Le sue acque sono delimitate da alte vette che si ergono ripide..e sono limpide. A volte ci sono spiaggette su cui sostare…
Ma la vera sensazione che si prova è di trovarsi in uno dei posti più belli del mondo, ci si sente fortunati per potersi godere tale spettacolo.
Tutto intorno si sviluppano sentieri che salgono e alla fine della strada che qui conduce si trova anche un maestoso hotel.
Posso dirvi con sincerità che se non vi fossi stato farsi in modo di andarci il prima possibile. Basti pensare che sono andato lì, percorrendo centinaia di km, almeno tre volte.
Spero le foto che seguiranno lascino intravedere la bellezza che forse le mie scarse capacità di comunicazione non hanno espresso adeguatamente.
Ad ogni modo, per chiunque volesse visitare questa zona, e fare escursioni, s’ informi bene prima di tutte le possibilità perché, veramente, per chi ha voglia di camminare, qui non c’è sosta.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...