Viareggio e le sue estati

Viareggio, è un po’ come un albero da frutto tipico della stagione estiva..da aprile iniziano sulle fresche foglie ad affermarsi i primi fiori che poi prendono consistenza in maggio per poi offrire i frutti nei mesi più caldi.

Così vive la stagione prediletta la nostra cittadina.

Già, poche settimane dopo la fine del Carnevale, iniziano a circolare per le strade urbane veicoli con targhe che in inverno non si vedono, se ci si fa caso si può leggere NL, GB, D, CH, e in minor numero altre sigle. Diventano man mano sempre più numerose fino ad essere normalità in luglio e agosto.

E allo stesso tempo, i turisti sono i frutti per Viareggio, Viareggio offre i suoi frutti ai turisti. Nella stagione estiva così è frenesia. È un rincorrersi di attività ricreative che offrono ai visitatori la possibilità di una vacanza da portare con loro, quando torneranno da dove sono venuti.

I negozi, le attività, si animano, di giorno e di notte. Capannelli di più o meno giovani si formano davanti ai locali che i viareggini conoscono bene che il turista incontra con stupore. Ed è festa fino a notte tarda.
Numerose sono le possibilità di pernottamento un po’ da tutti i prezzi e per tutte le esigenze, dai campeggi ai 5 stelle con piscine SPA e sfarzi vari.

E il contesto ambientale non potrebbe essere migliore.

Km e km di spiaggia modernamente attrezzata ed altrettanta invece lasciata ‘libera’, magari un po’ più selvaggia, ideale per i più avventurosi o per chi vuole risparmiare.
Ed è un po’ la poesia che nei campi d’ estate rappresenta il ciliegio, il pesco, che nel dipinto del verde rigoglioso offre i suoi frutti come i particolari più interessanti.
Viareggio è il verde rigoglioso, le storie di vita che si avverano in esso le immagini che poi resteranno impresse nelle memorie.

E non conosce sosta il divertimento durante la stagione, e spazia dalle bellezze strutturali dei rinomati viali dei famosi locali, alle meraviglie ambientali del mar Tirreno e dei dintorni, con località veramente preziose, ‘ chicche ‘ rinomate, insieme a Viareggio mete ambite nel mondo intero.
Inizia il giorno col sole che appare dalle meravigliose Apuane ad est, man mano che svolge il suo previsto percorso nel cielo, svegliarsi nel tepore, fare una passeggiata nei tanti mercatini, mangiare qualcosa di caratteristico nei tanti ristorantini di qualità, “vuoi fare un pisolino dopo?” ma poi non mancare, goditi la spiaggia quando il sole non più arde fino a vederlo andarsi a riposare nella linea dell’ orizzonte tracciata dal mare, tra colori onirici, poi una doccia e via nella eclettica movida..poi a ognuno il suo.

Così non c’è che l’ imbarazzo della scelta per il turista, come trovarsi affamati in un frutteto con ogni specie di albero proprio della citata stagione.

Poi l’ autunno…già.
L’ anticiclone che ha regalato sole e calura ci abbandona, da sempre, col finire di settembre…e Viareggio rimane un po’ come un frutteto in Novembre…ma questa è una storia diversa, non meno affascinante, dai tempi e dai colori differenti, che non mancherà di essere descritta..in seguito.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...